Liceo Scientifico Paritario Enrico Fermi - Milano





Documenti
Il Liceo Fermi
Presentazione
Il progetto educativo

Iscrizioni


OPENDAY 2013/2014 
 
 

 


open day 2013 2014




Liceo Scientifico paritario "E.Fermi"

Il Liceo Scientifico “E.Fermi” di Milano è un liceo privato paritario fondato nel 1958.

Il progetto educativo del Liceo Fermi intende costruire un percorso formativo che metta ogni studente nelle condizioni di acquisire le conoscenze e le competenze previste dagli ordinamenti ministeriali per il conseguimento del diploma di liceo scientifico.

La garanzia di questo percorso formativo di ampia accoglienza si basa sul riconoscimento dell’unicità di ogni studente e della particolarità del rapporto di ognuno con il sapere.

Il sapere è posto come elemento rispetto al quale ogni studente può essere messo al lavoro e non come un sapere che sovrasti il soggetto, ne riduca le potenzialità e lo appiattisca nell’ oggettivazione della conoscenza.

Allo stesso tempo le regole della convivenza e del lavoro scolastico, caratterizzate dalla trasparenza e dall’equità, costituiscono un contenimento dell’agire del singolo che garantisca il diritto di ognuno.

Sintetizzando, gli elementi fondanti il progetto sono essenzialmente due:
- un sapere che non sovrasti il soggetto;
- regole a garanzia del diritto di ognuno di lavorare per la propria formazione.

Il Fermi è un luogo dove si lavora perché ognuno abbia il riconoscimento della propria soggettività e abbia un posto dove poter mettersi al lavoro con serietà e impegno a partire dal proprio tratto di particolarità.

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Progetto educativo

L’offerta formativa del Liceo Scientifico “E. Fermi” di Milano ha alla sua base cinque considerazioni fondanti che ne costituiscono il Progetto Educativo.

1) Unicità del Soggetto.
La garanzia del riconoscimento dell’unicità e della particolarità di ogni soggetto determina il campo in cui è possibile attuare l’attività formativa.

2) Il “sapere” come terzo elemento.
Studenti ed insegnanti si pongono, nella diversità delle rispettive posizioni, in rapporto al “sapere” come ad un terzo elemento che delinea la rotta rispetto alla quale dirigere il lavoro della didattica.

3) Regole a tutela dei soggetti.
Ha grande rilevanza educativa l’esistenza di regole che, limitando e contenendo l’agire dei singoli (preside, insegnanti, studenti, genitori), tuteli i soggetti uno per uno.

4) La responsabilità educativa.
La consapevolezza che la relazione insegnante-studente è una relazione asimmetrica è garanzia dell’assunzione di responsabilità da parte dell’adulto, in quanto educatore, e dell’adolescente, in quanto studente.

5) Percorsi individualizzati.
La variabilità e la creatività nell’individuazione di percorsi che preservino per ognuno la possibilità di procedere all’interno dell’attività formativa nel rispetto del diritto della propria posizione, della propria condizione e dei propri desideri, è condizione per il mantenimento della rotta comune.

 

Liceo Scientifico Paritario “E. Fermi” - Milano © 2003-2014